domenica 2 ottobre 2016

2 ottobre 2016 e il bilancio consuntivo del Terzo Memorial

 Amici Miei, 
è passata più di una settimana dal Terzo Memorial Andrea Baccassino: è tempo di consuntivi. Come al solito la prendo un po’ larga, ma a buona ragione. 



Quando nell’inverno del 2013 in quel di Muro Leccese, dopo uno spettacolo dei miei amici Raoul De Razza, Marco Tuma e Ray Campa, presente Valentina Grande, nacque l’idea del Memorial, a me (che sono un megalomane) venne subito la sub-idea che si dovesse trattare di una trilogia. Doveva essere itinerante, quindi ogni edizione in una diversa città, scelte tra quelle che storicamente mi sono state più vicine nei miei (allora) quasi vent’anni di carriera. E ogni edizione doveva essere molto meglio della precedente, al punto che il secondo memorial avrebbe dovuto essere grande come se fosse il quinto, e il terzo doveva essere una sorta di decima edizione. Ho la tendenza a mirare in alto, così se le cose vanno male arrivo almeno a tre quarti. Se invece punto in basso, becco di certo il bersaglio... ma è basso! E dunque, quanto di quello che mi ero prefissato è andato in porto e quanto no? La prima edizione si è tenuta in un posto piccolo, a Nardò perché non poteva essere altrimenti, il giorno dopo il mio compleanno: 11 aprile 2014. A parte il freddo, non andò male. Una band, i BashaKa Indie in versione Exageration Edition (Raniero Randy Abbaticola e Pasquale Chirivì accompagnati da Raoul De Razza, Marco Tuma, Pierpaolo Ronzino e Elena De Salve), tanti amici ospiti, l’exploit di “Scinnaru” grazie alla meravigliosa interpretazione di Elisabetta Macchia, la Prima Coppa Memorial (proprio a Randy), la prima Targa Bac-Pitaffio (a quel Davide Paglialunga che negli anni successivi avrebbe fatto divertire il web con i suoi personaggi strampalati), la prima raccolta alimentare andata a buon fine. Tutto perfetto.

L’anno successivo pensai (come programmato) di cambiare città. Però prevalse l’idea che il Memorial meritasse Piazza Salandra. Così rimasi a Nardò, e fu un’ottima scelta. 26 giugno 2015. In Piazza Salandra abbiamo potuto realizzare il fantastico sketch con Fabio Capone e Michele Russo che suonavano dai loro balconi mentre tutti gli altri musicisti erano sul palco. E poi, vuoi mettere la scenografia della facciata di San Trifone? Un pianoforte a coda sul palco, i meravigliosi ospiti, di nuovo la raccolta alimentare e le novità come la Casa Museo e l’allestimento della piazza a cura dell’associazione Open Your Mind. La raccolta alimentare andò al disotto delle aspettative, e la raccolta fondi per l’Associazione Lorenzo Risolo praticamente non ci fu. Ma lo spettacolo fu notevole, con l’exploit di “Mi lu endu”, l’Innuendo dei Queen suonata al piano da Valeria Vetruccio, accompagnata da Luigi Bruno, Lorenzo Ronzino e Roberto Duma, con i cori delle “Craggioppe ‘Nzurfate” Elena De Salve e Eleonora Pascarelli. La Coppa Memorial andò a Raf Qu.

Arrivato al terzo anno volevo definitivamente staccarmi da Nardò, anche se al solito “stavo con due cuori” perché fare due edizioni in un posto e una in un altro mi “rovinava la trilogia”. E anche perché i ragazzi del fan club, “Quelli del Clebbe”, insistevano! Alla fine, dopo una travagliata notte di pensieri e decisioni, la bilancia, che per la verità già pendeva nella direzione del cambiamento, si assestò definitivamente in quella direzione. 
Così il 23 settembre 2016 va in scena il Terzo Memorial, in quella San Cesario di Lecce che era già in ballottaggio quando si doveva decidere dove fare la prima edizione. Una piazza bellissima, una scenografia fantastica, e soprattutto la grandissima disponibilità dell’Amministrazione Comunale di San Cesario, del Sindaco Andrea Romano e dell’Assessore Daniela Litti, e di tutti i tecnici comunali, che hanno messo a disposizione tutto ciò che potevano mettere a disposizione. E non parlo di denaro. E ancora più grande rispetto all’anno precedente è stato l’impegno dei ragazzi di Open Your Mind, Federica Pano, Donato Manisco e gli altri, che hanno curato la Casa Museo e l’allestimento della “Porta Santa”, attraversando la quale tutti quelli che sono venuti allo spettacolo si sono guadagnati la “risata plenaria”. E poi c’è stato l’aiuto incommensurabile dell’Associazione Pro Loco “I Tre Casali” di San Cesario, Bruno Miglietta e i suoi, che hanno dato una grossa mano nella logistica, nei contatti con la Caritas, e che ci hanno offerto un buffet meraviglioso!!! E poi tutti gli ospiti, sia quelli che sono stati effettivamente sul palco (Scemifreddi, Sol Keis, Luigi Mariano, Max Vigneri, Elisabetta Macchia, Elisabetta Guido, Marcello Zappatore, le Almost Good) sia quelli che sono intervenuti in collegamento via satellite (Mino De Santis, Toromeccanica, Alto & Basso), sia l’immarcescibile band: i BashaKa Indie, in versione Large Edition: Pasquale Chirivì e Roberto Duma accompagnati da Michele Russo, Alberto Spenga e Fabrizio Longo; sia quelli che purtroppo non hanno potuto esserci: le ampiamente giustificate Ciciri e Tria e Valeria Vetruccio.
Luigi Mariano ha vinto la Coppa Memorial, mentre il premio per il Bac-Pitaffio è andato a Titti Mercuri, della quale secondo me sentiremo ancora parlare. Ne abbiamo anche approfittato per premiare il Bac-Pitaffio dell’anno scorso, perché non ci fu possibile farlo in quell’occasione: e così anche il buon Pasquale Chirivì ha avuto il premio che meritava.
Devo con forza sottolineare il mio enorme grazie agli Scemifreddi (compreso il “quarto uomo” Paolo Tarantino) che mi hanno dato una grossissima mano nell’organizzazione dello Show, dimostrandosi perfetti padroni di casa, ma soprattutto grandissimi amici! E gli sponsor, senza i quali come sempre non avremmo potuto fare un bel niente. Li voglio nominare, perché sono stati pochi ma davvero buoni: Man vs Burger di San Cesario, Rollo Fiori di Lequile, New Car Service di San Cesario, Beat Station di Galatone (presente in ogni edizione del Memorial), Pizzeria P&C Your Place di San Cesario, lo Studio Fotografico di Mirosi Romano e Andrea Luperto di Lequile, Camping Sport di Lecce e la profumeria Madonà di Nardò. Un grande ringraziamento per l'ottimo lavoro svolto va anche all'ufficio stampa, curato da Angela Leucci!!! Le immagini che vedrete nei prossimi giorni su Youtube sono state riprese da Valeria Marrella e Adriano Nuzzaci! :-)
Ma, come si dice sempre in questi casi, ed è assolutamente vero, il ringraziamento più grande va alla gente che è venuta a vedere lo spettacolo e che ha partecipato alla grande alla raccolta alimentare: questi i dati ufficiali della raccolta:
- Pasta, 73 Kg
- Tonno, 52 scatole da tre
- Biscotti, 43 pacchi
- Latte, 22 litri
- Zucchero, 23 Kg
- Pelati, 36 barattoli
- Salsa, 11 bottiglie
- Riso e Cereali, 13 Kg
- Legumi in scatola, 35 barattoli
- Farina, 12 Kg
- Caffè, 11 pacchi
- Taralli e Crackers, 5 pacchi
- Succhi di frutta, 5 confezioni
- Marmellata, 3 vasetti
- Olio, 3 litri
- Sale, 3 Kg
- Prodotti per bambini, 12 pezzi
- Donazioni in denaro, € 24,80

Ora che la trilogia è conclusa, cosa succederà? Ebbene, questo è argomento per un prossimo post.

_________________ 
Buona Giornata,
Bac