giovedì 13 giugno 2019

13 GIUGNO e BookStore Sounds Stagione 01 Episodio 04

 Amici Miei, 
Ecco a voi il terzo video della serie BookStore Sounds, uno a cui tengo particolarmente: PETRICHOR in concerto!



  DALLA PAGINA FACEBOOK DEI PETRICHOR 


PETRICHOR
(in italiano “petricore”): l'odore della pioggia, della terra appena bagnata, uno degli odori che attivano le connessioni più ancestrali del nostro cervello e del nostro cuore.
PETRICHOR è un nuovo gruppo musicale che debutta ufficialmente il 24 maggio 2019 con uno showcase di cinque canzoni nell’ambito della rassegna “BookStore Sounds” presso la libreria Libri & Musica di Maglie (Le), davanti a una decina di spettatori. Le musiche dei PETRICHOR si ispirano a sonorità Rock, Prog, alla musica etnica ed elettronica, al synth pop, alla World Music. I testi (in italiano, inglese e dialetto salentino e non solo) parlano di umanità, di natura, di politica, di lavoro, di coscienza collettiva, di amore e di magia.
I Petrichor cercano le connessioni tra Uomini e tra Uomini e Ambiente, parlano di incroci di razze e di idee, ma soprattutto e più di tutto, ancora una volta, di connessioni.
I Petrichor sono:
Bac (Basso e voce)
Marcello Greco (Chitarra e voce)
Toni Nichil (Batteria e voce)
Sergio De Donno (Tastiere)
I PETRICHOR propongono un repertorio di inediti, composti da loro stessi, in un mix di canzoni e brani strumentali, forti della loro ultraventennale esperienza di musicisti. I testi trattano tematiche vicine alla vita di tutti i giorni: immigrazione, difficoltà a trovare lavoro, nuove tecnologie, social network, con un occhio particolare alla Natura, alla distruzione dell’ambiente e del clima, all’Uomo, senza dimenticarsi del vero motore della nostra esistenza: l’Amore. E la Magia.

Petrichor Live! Showcase per la rassegna BookStore Sounds


È finalmente online il video ripreso durante lo SHOWCASE DI DEBUTTO dei Petrichor, registrato live a Maglie il 24 maggio 2019, presso la libreria "Libri & Musica" nell'ambito della rassegna "BookStore Sounds - Cantautori in libreria"

Abbiamo eseguito 5 pezzi del nostro repertorio. La scelta per questo breve showcase è caduta su alcuni brani che potessero dare l'idea della varietà della nostra track list: un pezzo in inglese, uno in italiano, due in dialetto salentino e uno strumentale:

01. Exhale
La storia di un ragazzo africano di appena 23 anni, che con tre figli e una moglie incinta si trova sulla spiaggia, pronto a partire per il suo viaggio verso l'Europa. Guarda il mare, l'orizzonte e si chiede: "Cosa ci sarà oltre? Dov'è Dio, se esiste?" Il mare non è il passato e non è il futuro, è l'attesa di ciò che sarà. È l'attimo infinitesimo tra l'inspirare e l'espirare.

02. Scinnaru
Una storia che si dipana lungo i dodici mesi dell'anno, da gennaio a gennaio, i ricordi di bambini, l'amore che dura una sola estate, la speranza, l'oblio come unico modo per far passare il dolore di una perdita.

03. Quando la luna

Ancora una storia d'amore, una di quelle che non finiscono mai, perché hai trovato la persona giusta, l'unica, quella a cui hai detto ti amo e a cui non potrai mai dire non ti amo più, neanche se si verificassero le cose più assurde as cui si possa pensare. Neanche dopo la morte.

04. The Unexpected
Brano strumentale, il più "prog" de set. La vita che si presenta in 6/8, veloce, calda... poi rallenta e offre solo una base di violini e di introspezione, per poi ripartire in un rutilante crescendo che porta a un finale esplosivo. La fortuna ha voluto che al momento giusto uno stormo di rondoni cominciasse a garrire allegramente, intessendo la nostra musica con quella della natura, il che porta a compimento i propositi dei Petrichor. Non ce lo aspettavamo. The Unexpected.

05. Uomini o caporali (Part one)
Il caporalato è uno dei problemi più pressanti del sud Italia, una delle tragedie più gravi che possano colpire i migranti, sfruttati nei campi di pomodori o di angurie, letteralmente fino alla morte. Ma trent'anni fa erano gli stessi salentini a subire la stessa sorte, pur di portare a casa un pezzo di pane per la famiglia. Abbiamo eseguito solo la "Part one" del brano, che in realtà è molto più lungo e si compone in tutto di tre parti.

_________
Buona Giornata,
Bac

Nessun commento: